domenica 30 agosto 2015

Lawrence Ferlinghetti. Infinito universo durato troppo


Vita infinita


Infinita la splendida vita del mondo
Infinito il suo vivere stupendo e il suo respiro
le sue stupende creature sensibili
che vedono e sentono palpitano e pensano
ridono e ballano sospirano e piangono
in pomeriggi infiniti notti infinite
bevono e fumano parlano e cantano
nelle infinite Amsterdam dell’esistenza
con infinite conversazioni brillanti
davanti ad infinite tazze di caffè
nei caffè letterari nelle mattine piovose
Infiniti film di strada che passano
nelle auto nei tram del desiderio
sugli infiniti binari di luce
Un’infinita danza dai lunghi capelli
al punk rock viziato nelle stupide discoteche
nelle mezzanotti della Via Lattea
verso i Paradisi dell’alba
parlando e fumando e pensando
a tutto ciò che di notte è infinito
nel bagliore della notte la luce della notte
Ah sì oh sì l’eterno vivere e amare
odiare e amare baciare e uccidere
Eterno il battito respirare nutrire
della ruota di carne della vita
che continua a girare nel tempo
Vita infinita e morte infinita
aria infinita e respiro infinito
Mondi infiniti senza la fine dei giorni
nelle capitali d’autunno
i loro viali di foglie fiammanti
Sogni infiniti e sonno che dipana
le maniche cucite dell’affetto
il labirinti del pensiero
i labyrêves dell’amore
le spire del desiderio e dell’ardore
miriade di giochi finali dell’innominabile
Infiniti i cieli in fiamme
infinito universo durato troppo

LAWRENCE FERLINGHETTI (1919), Vita infinita (dall’omonima raccolta 1981), in Id. Poesie. Questi sono i miei fiumi. Antologia personale 1955 – 1993, a cura e introduzione di Massimo Bacigalupo, traduzione di Lucia Cucciarelli, Newton & Compton, Roma 1996 (I ed.), vv. 1 – 39, pp. 335 e 337.



Endless Life

Endless the splendid life of the world
Endless its lovely living and breathing
its lovely sentient beings
seeing and hearing feeling and thinking
laughing and dancing sighing and crying
through endless afternoons endless nights
of love and ecstasy joy and despair
drinking and doping talking and singing
in endless Amsterdams of existence
with endless lively conversations
over endless cups of coffee
in literary cafe in rainy mornings
Endless street movies passing
in cars and trams of desire
on the endless tracks of light
And endless longhair dancing
to airless punk rock and airhead disco
through Milky Way midnights
to the Paradisos of dawn
talking and smoking and thinking
of everything endless at night
in the white of night the light of night
Ah yes oh yes the endless living and loving
hating and loving kissing and killing
Endless the ticking breathing breeding
meatwheel of life
turning on and on through time
Endless life and endless death
endless air and endless breath
Endless worlds without end of days
in autumn capitals
their avenues of leaves ablaze
Endless dreams and sleep unraveling
the knitted sleeves of care
the labyrinths of thought
the labyrêves of love
the coils of desire and longing
myriad endgames of the unnameable
Endless the heavens on fire
endless universe spun out

LAWRENCE FERLINGHETTI, Endless Life, da Endless Life: Selected Poems, New Directions, New York 1981, in op. cit., vv. 1 – 39, pp. 334 e 336.

Nessun commento:

Posta un commento