domenica 18 dicembre 2016

Murakami Haruki. Dove il tempo non è necessario, non sono necessari neanche i ricordi


Tu hai ricordi?
Lei scuote la testa. Quindi torna a posare le mani sul tavolo, questa volta con il palmo verso l’alto. Le osserva per qualche istante, ma il suo sguardo è privo di espressione.
— No, non ho ricordi. Dove il tempo non è necessario, non sono necessari neanche i ricordi.
Naturalmente mi ricordo di ieri sera. Sono venuta qui per te, e ti ho cucinato uno stufato di verdure, che hai mangiato senza lasciare niente. Giusto? Ricordo qualcosa anche del giorno prima. Ma di quello ancora prima, già non mi ricordo più. Il tempo si fonde dentro di me e io non so più distinguere una cosa da quella che le sta accanto.
— Allora qui anche i ricordi non hanno molta importanza.
Lei sorride dolcemente.
— Sì, qui i ricordi non hanno molta importanza. È la biblioteca a occuparsene. 


MURAKAMI HARUKI (1949), Kafka sulla spiaggia (2002), Einaudi, Torino 2013 (III edizione, I edizione 2008), Capitolo quarantasettesimo, pp. 481 – 482.



Nessun commento:

Posta un commento