giovedì 16 marzo 2017

Dino Campana. Commossa aeroplanata infinità



      Umanità fervente sullo sprone
Che discende sul mare
Umanità che brilla e si consiglia
Sotto l’azzurro dell’infinità:
Passano l’ore, vengono i prodigi
Suoi giù dal celo
E tace e ondeggia l’umana famiglia.
Si stirano le bimbe come i gatti
Di sopra al mare dell’umanità
Inverso la commossa aeroplanata
Infinità.


DINO CAMPANA (1885 – 1932), Umanità fervente sullo sprone (prima edizione in ID., Inediti, raccolti a cura di Enrico Falqui, Vallecchi, Firenze 1942, Quaderno, XXXIV, p. 149), in ID., Canti orfici e altre poesie, introduzione e note di Neuro Bonifazi, Garzanti, Milano 2002 (VIII ed., I ed. 1989), Altre poesie, p. 106.



Nessun commento:

Posta un commento